OTTOBRE - ZIBALDONE

ROMA "CAPUT MUNDI"

Il Ministro Lorenzin dice che  Roma è piena di drogati, di tossici, di spacciatori di eroina, di cocaina. Ed ha ragione. Fatevi un giro nei pressi della stazione Termini e capirete. Ma non è solo questione di droga. La capitale del cattolicesimo è diventata un letamaio. Sporcizia ovunque, fogne a cielo aperto, discariche abusive, rom che cagano e pisciano agli incroci, neri che buttano sacchetti ovunque, tram e bus  devastati da bande di teppisti importati - con i buoni uffici del nostro governo - da tutta l'Africa. E non mancano - ma come potevamo farne a meno - fitti stuoli di prostitute nigeriane  che esercitano "en plein airi" ad ogni angolo di strada. Ed allora, da bravi ed obbedienti cristiani, avanti con lo ius-soli che tutto ciò non basta. A Roma c'è spazio per tutta la feccia del mondo. A Roma. Tranne che in Vaticano.